In cosa consiste il trattamento

Il trattamento di cross linking viene eseguito in un ambiente sterile, ambulatorio chirurgico o sala operatoria. Dopo l’applicazione di qualche goccia di collirio anestetico si provvede alla asportazione meccanica dell’epitelio corneale, con l’aiuto del microscopio operatorio: la rimozione dell’epitelio è indicata per consentire l’assorbimento della riboflavina in tutto lo spessore della cornea. L’intervento può essere fatto anche senza rimozione dell’epitelio ma la riboflavina, attualmente in commercio, non è in grado di concentrarsi negli strati profondi della cornea con l’epitelio integro. Si instilla quindi la riboflavina in collirio sino a raggiungere una concentrazione sufficiente nella cornea e successivamente la cornea, con il paziente, disteso sul lettino operatorio con l’occhio aperto, viene sottoposta ad irraggiamento a basso dosaggio con raggi ultravioletti di tipo A (UVA), della durata di 30 minuti durante i quali l’applicazione della riboflavina viene ripetuta ogni 5 minuti. Al termine della esposizione ai raggi UVA l’occhio viene medicato con collirio o pomata antibiotica e bendato: in alternativa al bendaggio si può applicare una lente a contatto terapeutica per circa 3-4 giorni.