Cosa si faceva in passato per il deficit libare

Già alla fine degli anni ’60 Strampelli e Barraquer proponevano di trattare i danni corneali monolaterali negli ustionati con un innesto di porzioni di limbus prelevate dall’occhio sano, metodica successivamente standardizzata da Kenyon alla fine degli anni ’80 (Kenyon 1989 ). Questo tipo di intervento non ha però mai riscosso una grande popolarità, per il potenziale rischio per l’occhio sano e per la mancanza di ogni altra soluzione in caso di fallimento dell’innesto.